Aver lavorato in diversi campi ti rende versatile o inutile?

versatile_1(1)Hai cambiato spesso lavoro e hai spaziato in diversi settori?

 

 

 

Secondo te, aver avuto tutte queste esperienze diverse ti ha reso più versatile o più inutile agli occhi di un selezionatore?

Come inserisci queste esperienze nel curriculum, è meglio scriverle tutte o solo quelle più attinenti al lavoro che stai cercando?

Leggi l’articolo e scoprirai come poter valorizzare al meglio le tue esperienze.

 È UTILE inserirle nel curriculum:

Se le esperienze sono  in settori “integrabili” alla posizione per cui ti candidi o se riguardano competenze che puoi riutilizzare in un altro lavoro. Può essere valutato positivamente da un selezionatore, basta evidenziare quali delle competenze che hai appreso potrai utilizzare per il nuovo lavoro. Inoltre, considera che qualsiasi competenza acquisita, potrebbe aprirti delle porte che prima non avevi preso in considerazione.

Ad esempio se stai cercando lavoro come addetto alle relazioni con il pubblico, ma non riuscendo a trovare lavoro subito nel tuo settore, hai fatto il cameriere per un anno, puoi inserirlo nel curriculum evidenziando che durante quell’anno hai imparato a relazionarti con persone diverse e a gestire i conflitti (clienti arrabbiati).

Anche aver fatto esperienza in più ambiti, magari all’interno dello stesso settore, può aiutare ad avere un a visione più ampia e ad avere idee originali.

Ad esempio se stai cercando lavoro come assistente di direzione e hai lavorato anche nel marketing o nella comunicazione, avrai maturato delle competenze che ti daranno una marcia in più perché sei più versatile di altri tuoi colleghi che hanno solo competenze amministrative.

Se sono esperienze in altri campi ma che sono durate diversi mesi,  toglierle vorrebbe dire lasciare dei buchi temporali e, chi legge il curriculum potrebbe pensare che in quei mesi non hai lavorato. In questo caso è meglio lasciarle, specificando che erano lavori a termine, nella lettera di presentazione potrai spiegare il motivo per cui hai accettato un lavoro non in linea con il tuo profilo.

C’è chi pensa che sia comunque meglio toglierle perché un datore di lavoro non interessa quello che hai fatto in altri campi ma solo le esperienze nel suo settore. Ma siamo sicuri che sia così? Certo può essere visto come la mancanza di un obiettivo, non sai cosa fare e quindi accetti qualsiasi cosa ma, è meglio dimostrare che comunque ci si è dati da fare o, lasciare che pensi che per un tot di mesi non hai fatto niente? Secondo la mia esperienza è preferibile inserire anche questi lavori motivando però le nostre scelte nel curriculum o nella lettera di presentazione.

E’ INUTILE

Se sono lavori che sono durati poco, 1 o 2 mesi

Ad esempio 1 mese passato a vendemmiare o in gelateria

Adesso però vorrei chiederti una cosa: come mai nel tuo curriculum ci sono esperienze in diversi settori ?

Aver lavorato in diversi campi per alcuni anni può essere giustificato in questi anni di crisi economica, ma gli anni non devono essere troppi!

Non sei riuscito a trovare il tuo lavoro ideale e per necessità ti sei dovuto adattare a lavori in altri campi o non sai quello che vuoi?

Se rientri nel secondo caso è meglio che ti fermi un momento per capire cosa vuoi ottenere, senza un obiettivo ben chiaro continuerai a cambiare direzione come una bandiera al vento e non otterrai nessuna soddisfazione dal tuo lavoro. In questo caso avere più esperienze sarà inutile se non dannoso per la tua ricerca di lavoro.

Cosa ne pensi? Tu avresti inserito tutte le competenze o le avresti tolte?

2 Replies to “Aver lavorato in diversi campi ti rende versatile o inutile?”

  1. alessandro811

    L’articolo è abbastanza interessante e anche attuale, dato il periodo.
    Personalmente, per fortuna, da quest’anno ho scelto di orientarmi su determinate caratteristiche prima di cercare e/o accettare un lavoro con lo scopo di non trovarmi e riempire il cv di esperienze disparate di cui già lo è.
    Trovo ottima la soluzione di creare cv in linea col profilo cercato senza defalcare però troppe esprienze
    Resto dubbioso sul discorso di riempire forzatamente periodi inattivi in quanto ho seguito questo consiglio inserendo un anno intero come autoformazione e ho notato che non regge più di tanto, insomma se una persona si trova ad affrontare per scelta sua o meno un periodo pienamente inattivo, a mio parere non c’è nulla di male e infatti in merito a ciò sto valutando di riformulare il mio cv lasciando il buco
    Aggiungo un OT .. formato europass intrapreso da inizio anno e non mi ha ancora consentito nemmeno un colloquio (siamo a giugno) quindi l’idea sarebbe di riformulare il cv in formati sintetici divisi per posizione ed eventualmente procedere ad un re-invio nelle aziende in precedenza bruciate.
    Accetto ben volentieri consigli, critiche e suggerimenti
    Grazie mille
    Alessandro

    • Dott.ssa Linda Belloni Autore dell'articolo

      @Alessandro sicuramente hai fatto bene a scegliere di specializzarti in un settore piuttosto che fare mille esperienze slegate tra di loro!
      Per quanto riguarda i periodi di inattività…. cosa vuol dire inattività? Che non hai fatto proprio niente in quell’anno di utile per la ricerca del tuo lavoro? Penso che tu, come molti altri, ti sarai dato da fare e, anche se non hai seguito dei corsi di formazione, avrai comunque preso informazioni o parlato con persone… insomma avrai imparato cose nuove e questo vuol dire comunque essere attivi. Cosa mettere nel CV? Puoi non scrivere niente, in questo periodo sanno anche i selezionatori che non è facile trovare lavoro, però un’idea potrebbe essere quella di scrivere un paio di righe in fondo al CV in cui spiegare cosa hai fatto nell’anno in cui non hai lavorato. Per il datore di lavoro è importante capire che tu sei una persona che si dà da fare e non che sei uno che aspetta che il lavoro arrivi da lui.
      Invece parlando di formati di CV, l’Europass è sicuramente il peggiore perchè non ti permette nessuna personalizzazione, se ti interessa leggi questo articolo che ho scritto sui formati dei cv http://www.lavorosumisura.eu/curriculum-quale-formato-scegliere/.
      Se vuoi mandami il tuo Cv che ti do qualche consiglio!

Lascia un commento