Job for You

JobForYou_Sito

Job for You un servizio gratuito rivolto a chi cerca lavoro, a chi vuole cambiarlo perché non si sente realizzato e, a chi vuole creare un proprio progetto imprenditoriale ma non sa da che parte cominciare.

In questo periodo di cambiamento, in cui molti giovani non riescono ad entrare nel mondo del lavoro e molti adulti espulsi dal mercato non sanno come destreggiarsi, Lavoro su Misura,  CoopUp e il Centro commerciale La Fattoria di Rovigo e hanno ideato Yob for You.

Il servizio sarà ospitato all’interno del Centro commerciale La fattoria di Rovigo e sarà aperto tre giorni al mese (i primi giovedì, venerdì e sabato di ogni mese) a partire da Febbraio (2, 3 e 4). Orari: giovedì e venerdì dalle 15 alle 19, sabato dalle 10 alle 18.

Ogni mese sarà caratterizzato da un tema diverso per poter rispondere alle esigenze di più persone. Vorremmo far conoscere le realtà economiche che caratterizzano il nostro territorio, dai servizi per il lavoro, al turismo, all’agricoltura, alla digital economy.

Noi siamo convinti che la nostra Provincia non sia il fanalino di coda delle province venete ma, al contrario, sia ricca di opportunità professionali in vari settori, il nostro compito sarà quello di aiutare le persone ad accorgersi di queste realtà e aiutarle a sviluppare i loro progetti professionali.

Due consulenti specializzati saranno sempre presenti tutti le giornate per rispondere alle domande e ai dubbi delle persone che si fermeranno presso lo sportello: una consulente di orientamento al lavoro/career coach, Linda Belloni (Lavoro su Misura) e un esperto di imprenditoria, Federico Paralovo o Serena Fedito, consulenti junior modelli di business per l’avvio nuove imprese (CoopUp Rovigo).

Nello specifico Linda Belloni, la consulente di orientamento al lavoro si occuperà di: individuare e analizzare le competenze acquisite, redigere curriculum efficaci e personalizzati, dare consigli riguardo a come e dove cercare lavoro, sviluppare tecniche di self marketing per presentarsi nel modo migliore, come prepararsi per affrontare un colloquio di lavoro e come utilizzare i social network.

Per quanto riguarda l’area imprenditoriale, Federico Paralovo e Serena Fedito, daranno informazioni su come passare da un’idea ad un progetto, sulle competenze necessarie per mettersi in proprio, sul modello di business che si vuole sviluppare e sulle possibilità di finanziamento esistenti.

Accanto a loro, ogni mese saranno presenti vari attori del mercato del lavoro che potranno dare informazioni sul loro settore e aiutare così le persone in cerca di occupazione ad avere risposte più specifiche.

Spesso infatti le persone si arenano nella ricerca di lavoro perché non conoscono il mercato locale e non sanno quali sono gli strumenti più efficaci per contattare le aziende. Le innovazioni tecnologiche, la crisi economica, il mutamento del sistema economico hanno cambiato le modalità per la ricerca di lavoro, oggi il curriculum non basta più, bisogna mettere in campo altre strategie per dimostrare le proprie competenze, per questo abbiamo ideato Yob for You, per fornire alle persone gli strumenti necessari per iniziare la loro ricerca.

Il primo appuntamento, il 2, 3 e 4 febbraio abbiamo invitato chi si occupa di ricerca di lavoro, le Agenzie per il lavoro (Adecco, Etjca e Areajob) per fornire una panoramica delle realtà esistenti e per capire come lavorano.

Il secondo appuntamento 2, 3 e 4 marzo si parlerà di Turismo

Abbiamo pensato di cominciare da uno dei settori più importanti nella nostra provincia e sul quale negli ultimi anni si è investito per rilanciare il turismo polesano con le sue particolarità.

Negli altri appuntamenti parleremo di competenze digitali, green economy e molto altro.

Un servizio come questo è una novità e quindi cercheremo di tararlo in base ai feedback delle persone che incontreremo, per renderlo sempre più efficace e per rispondere in modo più concreto alle domande delle persone che incontreremo, quindi TI ASPETTO al prossimo appuntamento il 2, 3 e 4 MARZO

4 Motivi per evitare il curriculum europeo

4 motivi per evitare il curriculum europassPerché ai selezionatori non piace il curriculum europeo?

Ci sono diversi formati i cui puoi scrivere il tuo curriculum (come ti ho spiegato in un altro articolo), alcuni selezionatori preferiscono curriculum più sobri, altri premiano la creatività, altri lo stile sintetico oppure c’è chi apprezza che ci sia qualche informazione sulla tua personalità (la famosa voce “hobby e sport” che si metteva sempre una volta).

Insomma ci sono molte voci discordanti su quale sia il formato di curriculum migliore, a mio avviso, dipende molto per quale figura ti candidi e dalla tua personalità, eh sì, perché la scelta di scrivere il CV in un modo piuttosto che in un altro dipende da te, e anche questo dice qualcosa del tuo stile personale.

Su un punto però sono d’accordo tutti i selezionatori, il curriculum europeo (o nella sua versione più aggiornata, Europass) ha una serie di difetti che lo rende inutile e poco efficace.

Ma allora perché viene ancora usato da tante persone?

Ecco alcuni falsi miti sul curriculum europeo: Continua a leggere →

Aver lavorato in diversi campi ti rende versatile o inutile?

versatile_1(1)Hai cambiato spesso lavoro e hai spaziato in diversi settori?

 

 

 

Secondo te, aver avuto tutte queste esperienze diverse ti ha reso più versatile o più inutile agli occhi di un selezionatore?

Come inserisci queste esperienze nel curriculum, è meglio scriverle tutte o solo quelle più attinenti al lavoro che stai cercando?

Leggi l’articolo e scoprirai come poter valorizzare al meglio le tue esperienze. Continua a leggere →

Competenze trasversali: come svilupparle e come inserirle nel curriculum

competenze trasversali

Come sviluppare le competenze trasversali e cosa scrivere nel curriculum?

La scorsa settimana avevo parlato delle competenze trasversali (soft skills) e del perché sono importanti, oggi vi spiego come inserirle nel curriculum e come svilupparle, si perché tutti hanno delle competenze, non è qualcosa di innato che non si può modificare ma è un processo che si sviluppa nell’arco di tutta la vita.

Molti studiosi, come Seligman (padre della Psicologia Positiva) pensano che le per sviluppare o potenziare le proprie capacità bisogna crederci, “il talento è una potenzialità trasformata e realizzata, è presente in ogni persona ma ha bisogno della volontà, e del contesto per essere espresso.”

Questo vuol dire che una persona può avere un talento particolare ma se non si impegna per farlo crescere, per svilupparlo, rimarrà solo una potenzialità inespressa. Tutti hanno delle capacità ma senza la volontà, la motivazione e la perseveranza non serviranno a niente. E’ comodo pensare che chi ha successo in un campo è un genio, una persona particolarmente dotata, quindi irragiungibile per i comuni mortali. Questa è la scusa classica per chi non si vuole impegnare…bè lui ce l’ha fatta solo perché ha un talento particolare, io, persona normale non posso pensare di raggiungerlo, così non mi sforzo di migliorare perché comunque non servirebbe a niente. In realtà è vero esattamente l’opposto, tutti hanno delle capacità, l’importante è saperle individuare e poi allenarle, rafforzarle.

È come quando a scuola gli insegnanti pensano che un bambino non sia particolarmente dotato e  lo trattano, anche inconsciamente, in modo diverso dagli altri, il bambino interiorizzerà questo sentimento e si comporterà di conseguenza, creando un circolo vizioso e tenderà nel tempo a diventare come l’insegnante lo aveva immaginato.

Ma come dimostrare di avere una di queste competenze?  Basta scrivere nel curriculum “so lavorare in squadra” per convincere un selezionatore che si possiede veramente questa competenza?

Ma allora qual è il modo migliore per inserirle nel curriculum o di parlarne durante un colloquio di lavoro?

Bisogna fare un esempio, spiegare dove hai utilizzato quella competenza e a quali risultati ha portato.

lavoro_di_squadraCosa scrivere nel curriculum: se, ad esempio, parli di teamworking, (la capacità di sapersi relazionare con i colleghi, di saperli incoraggiare per ottenere una performance migliore) nel curriculum dovrai spiegare un successo ottenuto dal tuo team e il tuo contributo personale. Cerca di sottolineare sempre la tua capacità di ascoltare gli altri e imparare da loro, e dimostra di essere pronto ad accettare le opinioni e idee altrui e ad aiutare gli altri quando serve.

suggerimentoEsempi: “Sono stato parte di un team in cui all’inizio c’erano problemi di comunicazione. Siamo finiti tutti nei guai a causa di email mancanti, corrispondenza che andava persa e confusione nelle scadenze. Allora io ho suggerito che facessimo delle riunioni settimanali piuttosto che una volta al mese, e che iniziassimo ad usare una rete di comunicazione interna per condividere idee in tempo reale invece di dover aspettare l’incontro seguente. Tutti hanno apprezzato la proposta.”

“Il mio team ha apprezzato la mia disponibilità a fare mezz’ora di straordinari quando si avvicinavano le scadenze. Grazie al mio aiuto nel coprire l’assenza di un collega in malattia, abbiamo finito il progetto in anticipo e ottenuto il contratto”.

Se sei alla ricerca del primo lavoro, cosa puoi utilizzare come esempio per far capire quale competenze hai?

Ricordati che le capacità trasversali sono qualcosa che fa parte del tuo carattere, che hai sviluppato nell’arco della tua vita, non solo nel lavoro, ma anche nello sport, nelle attività legate al tuo tempo libero o nel volontariato.

Tu come hai inserito le competenze trasversali  nel curriculum?

Competenze trasversali cosa sono e perché sono importanti?

softskillCompetenze tecniche e competenze trasversali, qual è la differenza e perché sono importanti?

Certamente le capacità tecniche sono essenziali, se cercano una persona per supervisionare la costruzione di un edificio, la laurea in architettura sarà un requisito indispensabile…..ma non l’unico!

Numerosi studi hanno dimostrato che le persone più efficienti sul lavoro sono quelle che hanno alcune caratteristiche personali particolarmente apprezzate nel mondo del lavoro come ad esempio: orientamento al risultato, iniziativa, adattabilità, empatia, leadership, gestione dei conflitti, persuasione, gestione dei gruppi, consapevolezza di sé, autocontrollo, approccio positivo, riconoscimento di schemi, pensiero sistemico, comunicazione verbale, etc.

Queste competenze sono chiamate in vari modi, trasversali, trasferibili, soft skills, dimostrare ad un potenziale datore di lavoro di possedere queste capacità farà la differenza, ti darà un vantaggio in più rispetto ai candidati che puntano solo su quello che sanno fare. Continua a leggere →

Curriculum quale formato scegliere?

formato curriculumCi sono molti formati di  curriculum ma, qual è il migliore?

Intanto bisogna premettere che non esiste un formato ideale per tutti, dipende dalle tue esperienze, da cosa stai cercando e a chi lo stai mandando.

 

Ecco i principali Formati di curriculum

• Curriculum Anticronologico
• Curriculum Funzionale
• Curriculum Creativo
• Video curriculum
Curriculum online
• Curriculum_Europass

Continua a leggere →

Come scrivere la lettera motivazionale

Come si scrive una lettera motivazionale che convinca il selezionatore a chiamarci?

lettera motivazionale

Questo è il secondo articoli che ho scritto sulla lettera d’accompagnamento, l’altra volta ti ho chiarito a cosa serve una lettera di questo tipo e quali sono le caratteristiche da evidenziare (lettera d’accompagnamento…consigli utili), oggi  analizziamo insieme un esempio pratico.

Se l’argomento ti interessa scarica la Guida_alla lettera di accompagnamento che ho scritto per te 

 

Come prima cosa bisogna distinguere:

  • Stai rispondendo ad un annuncio

  • Stai mandando il tuo curriculum come autocandidatura

Continua a leggere →

Curriculum online: nuova opportunità o moda?

Il curriculum online sta prendendo il posto del curriculum cartaceo o è solo una moda passeggera?

Prima di rispondere alla domanda, volevo spiegarvi cos’è esattamente un curriculum online?

vetrinaÈ una vetrina dove puoi presentarti in modo diverso, più completo e originale.

Non serve un genio dell’informatica per fare un curriculum online (volendo ci sono anche delle piattaforme che inserendo i dati te lo assemblano loro), è gratuito e puoi modificarlo in ogni momento.

Com’è strutturato?

Se ci sono cento modi per scrivere un curriculum “classico”, ci sono mille modi per farne uno online. Continua a leggere →

Scrivere un curriculum efficace

Scrivere un curriculum efficace…da dove inizio?

cv4Il curriculum, come ogni “documento ufficiale”, deve seguire delle regole per essere efficace e non venire cestinato subito. Considerando che in media un selezionatore legge un curriculum in 10/20 secondi,  la forma grafica con cui è scritto deve essere facilmente leggibile e la struttura deve essere funzionale allo scopo che vi siete prefissati.

Continua a leggere →

La lettera di accompagnamento…… consigli utili

È usanza e segno di professionalità accompagnare il curriculum con una lettera di accompagnamento (chiamata anche di presentazione o di motivazione) che comunichi al lettore chi sei e per quale motivo scrivi. La lettera di accompagnamento è quindi lo strumento chiave e ha l’obiettivo di catturare l’attenzione del lettore e spingerlo alla lettura del tuo curriculum.  Se scritta bene dovrebbe:catturare_attenzione Continua a leggere →