NETWORKING  per cercare lavoro – parte seconda

Qual’è la tipologia di networking migliore per la tua ricerca di lavoro?

Puoi fare networking in modo improvvisato lasciando che le informazioni ti arrivino in modo spontaneo,  o puoi utilizzare la tua rete di contatti in modo organizzato per raggiungere il tuo obiettivo e trovare il tuo lavoro ideale.

La scorsa settimana ti ho parlato di come funziona il networking, dei vantaggi di costruirsi una rete di contatti e, di come individuare le persone che ti potranno essere d’aiuto.

Nel libro “Trova il tuo lavoro” gli autori Giaconi e Antoni, hanno individuato 4 tipologie di networking:

  1. Passaparola

È il metodo più usato dai datori di lavoro per cercare personale ed è anche quello più utilizzato dalle persone per far sapere che sono alla ricerca di lavoro. Ma è davvero utile?

Sicuramente sì! Ti permette di far sapere della tua ricerca a tutte le persone che conosci ed è un sistema veloce, certo ha i suoi difetti:

  • Non puoi controllarlo, una volta che hai lanciato il messaggio non puoi fermarlo, è infatti considerato una forma di networking passivo.
  • Il messaggio iniziale quasi sicuramente verrà distorto, ti ricordi il gioco “il telefono senza fili?” qui accade lo stesso, una volta che il messaggio è partito, quanto più gira, più sarà deformato il suo contenuto.

Esempio: se dico che sto cercando lavoro come addetta al customer care, dopo che l’informazione è passata da persona a persona può essere che il messaggio iniziale venga modificato in “Linda sta cercando lavoro (e fin qui l’informazione è corretta) in un’azienda di costumi da bagno”!(chi non conosce l’inglese può aver confuso i termini) Vi sembra impossibile? Fate una prova!

suggerimento

 

Suggerimento:

quando utilizzi questo metodo cerca di essere il più preciso e sintetico possibile nel descrivere il lavoro che stai cercando, eviterai così che ti chiamino per un lavoro che non ti interessa.

 

  1. Professionale

Chi è la persona che ti conosce meglio e sa quello che stai cercando? Sei tu, quindi sei anche la persona che meglio può svolgere le ricerche.

Devi contattare tu le persone che ti indicano i tuoi contatti e non lasciare che il tuo messaggio arrivi al datore di lavoro da qualcun altro.

Con questo metodo allagherai la tua rete di contatti ti relazionerai direttamente con chi ti può aiutare.

Svantaggi: ci vuole tempo ed energia per comunicare direttamente con le persone e, spesso, soprattutto per chi è timido, non è facile contattare chi non si conosce, soprattutto quando gli devi chiedere un lavoro.

Esempio: in questo caso se un amico ti segnala che un’azienda sta cercando un’addetta al customer care, fatti dare il nominativo e contatta direttamente il proprietario, solo tu potrai spiegare nel dettaglio quello che sai fare ed eviterai “errori di trasmissione”.

 

  1. Mirato

In questo caso il processo è inverso, hai il nominativo di una persona che ti interessa e, cerchi tra le cerchie dei tuoi amici/conoscenti se c’è qualcuno che può metterti in contatto con questa persona.

Esempio: hai trovato un’azienda in cui vorresti lavorare e hai anche il nome del proprietario.

Devi cercare tra tutti quelli che conosci se c’è qualcuno che:

  • Lavora nella stessa azienda
  • È un fornitore o cliente dell’azienda
  • Lavora in un’ azienda concorrente
  • Fa parte dell’associazione di categoria a cui l’azienda appartiene
  • È un familiare/amico del proprietario

 

Questa tipologia di networking è perfetto quando il tuo obiettivo è chiaro e quando riguarda un ambito territoriale ristretto.

  1. Online

Grazie ad internet oggi abbiamo la possibilità di contattare moltissime persone in poco tempo. Strumenti utili sono:

Tutte queste modalità hanno dei vantaggi indiscussi, non richiedono relazioni dirette e si possono raggiungere un numero vastissimo di persone in pochissimo tempo.

Ma ci sono anche degli svantaggi:

  • È virtuale e quindi non puoi realmente conoscere le persone che ti interessano o farti conoscere
  • In internet non c’è tutto, molte aziende cercano personale con il passaparola perché preferiscono affidarsi a persone di fiducia, che fare una ricerca in internet. Certo il loro bacino d’utenza si riduce molto ma, per loro, l’affidabilità è la caratteristica più importante

 

Ma allora quale funziona meglio?

Ognuno ha i suoi vantaggi e svantaggi,  il consiglio è di utilizzarli tutti,  scegli quello più congeniale in base alle tue esigenze del momento.

Esempio: stai sempre cercando lavoro come addetta al customer care

  • Usa il passaparola per divulgare la notizia tra più persone possibili, dicendo che stai cercando lavoro come addetto all’assistenza di clienti (con un nome in italiano sarà meno facile che sbaglino)
  • Usa il network mirato (dopo aver fatto delle ricerche) per contattare il responsabile del personale dell’azienda che ti interessa.
  • Diffondi la tua ricerca attraverso i social network, soprattutto quelli che si occupano di lavoro come Linkedin.

 

Quindi è importante sapere che fare networking è essenziale nella ricerca di lavoro.  Se imparerai a gestire in modo limpido e organizzato la tua rete di contatti i vantaggi che otterrai compenseranno gli sforzi fatti.

 

 

Lascia un commento